Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Campriani e Sena regalano l'argento all'Italia agli Europei di Arnhem

Di Federica Scotti

A Marzo il poligono olandese ha ospitato l'edizione 2015 dei Campionati Europei a 10 metri

Campriani e Sena regalano l'argento all'Italia agli Europei di Arnhem

 

Dal 2 all'8 marzo 2015 il poligono di Arnhem in Olanda ha ospitato i Campionati Europei a 10 metri. I primi a scendere sulle linee di tiro sono stati gli atleti juniores. Il team di pistola maschile ha gareggiato nella prima competizione della manifestazione. Prestazione positiva per Dario Di Martino (Forestale) che ha superato la fase di qualificazione ma che in finale non è riuscito a dare il meglio di sé. Il giovane campione partenopeo che conquistò il titolo europeo due anni fa ad Odense, è apparso piuttosto teso e non è riuscito negli ultimi colpi a scalare la classifica, complice qualche 9 di troppo. 

La competizione è stata vinta dal russo Artem Chernousov (198.7) al suo primo Europeo, che si è lasciato alle spalle Lauris Strautmanis (195.2), già medaglia di bronzo mondiale in questa specialità, ed il greco Georgios Gabierakis.

Nella carabina 10 metri juniores donne le tiratrici azzurre hanno incontrato molte difficoltà durante la fase di qualificazione sentendo particolarmente la gara. Migliore prestazione quella di Martina Ziviani (Cerea), argento mondiale a Granada nella stessa specialità, che ha chiuso al 24esimo posto (410.2):"Martina può fare molto di più e in passato lo ha dimostrato" - ha commentato il tecnico di carabina Giuseppe Fent - "Dallo start ha cominciato subito a sentire la tensione, dalla metà della seconda serie ha avuto il merito di riuscire a riprendersi grazie alle sue qualità".

Titolo europeo per l'ungherese Lalita Gaspar (207.0; 10.3) che ha battuto allo shoot off l'inglese Seonaid Mc In Tosh (207.0; 9.4) relegandola al secondo posto. Medaglia di bronzo per la croata Valentina Gustin.

Ce l'ha messa tutta Giacomo Maurina (Verona) alla sua prima finale europea: il giovanissimo tiratore azzurro, reduce dai buoni risultati raggiunti a Plzen, ha mostrato una grande sicurezza già dalla fase di qualificazione. Nelle serie finali, dopo una partenza positiva che lo aveva piazzato da subito nella zona alta della classifica provvisoria, ha sofferto un pò la tensione e, complice l'inesperienza, è scivolato al quarto posto proprio nell'ultima serie, ad un solo decimo di punto dalla medaglia di bronzo. La competizione è stata vinta dal russo Vladislav Fetisov (208.7) che ha stabilito il nuovo record di finale. In seconda posizione l'ungherese Istvan Peni (205.4) seguito dal croato Borna Petanjek.

Maurina ha avuto comunque il merito, insieme ai suoi compagni Giuseppe Pio Capano (Forestale) ed Alessio Barcucci (Siena) di conquistare la medaglia d'argento a squadra, la prima di questa edizione dei Campionati Europei a 10 metri per l'Italia.

Nella pistola 10 metri juniores donne hanno gareggiato 3 giovanissime esordienti. Miglior prestazione quella di Rebecca Lesti (Jesi) che si è piazzata al 14esimo posto (373): solo due punti la separavano dalla possibilità di qualificarsi in finale. Un risultato indubbiamente positivo se si considera che Rebecca era alla sua prima gara importante a livello internazionale. La competizione è stata vinta dalla russa Margarita Lomova (200.8) che si è lasciata alle spalle la compagna di squadra Regina Rizvanova (200.0) e la ceca Anna Dedova.

Positivo il bilancio del Direttore Sportivo della squadra juniores Horst Geier:"la medaglia conquistata dalla squadra di carabina è certamente un ottimo risultato, si sono difesi bene. Maurina rispetto allo scorso anno è cresciuto molto da un punto di vista tecnico-agonistico, l'impegno è stato premiato e ha disputato la sua prima finale europea. C'è ancora molto lavoro da fare. La squadra di pistola femminile ad Arnhem ha fatto il suo esordio, visti i risultati alla competizione internazionale di Monaco abbiamo deciso di far fare alla squadra questa esperienza, che si è rivelata molto positiva. La Lesti è una promessa per il futuro, devono lavorare molto. Il team maschile ha mancato la medaglia per pochissimo, resta una squadra molto forte ma è stata una gara particolarmente difficile. Tutti i punteggi sono stati molto alti, peccato, se la sarebbero meritata. Per quanto riguarda la carabina donne la Luciani si è difesa bene se consideriamo che questo è stato il suo primo europeo. La Ziviani ha lottato fino alla fine, purtroppo però l'impegno non è bastato. So che possono fare molto di più e mi aspetto molto impegno da parte loro in vista dei prossimi appuntamenti".

Presidente SenaNella carabina femminile Sabrina Sena (Forestale) ha conquistato l'argento europeo (204.3) piazzandosi dietro alla tedesca Selina Gschwandtner (206.8) e davanti alla tedesca Nina Laura Kreutzer. Una medaglia importante, una conferma anche in vista dei prossimi appuntamenti internazionali che certamente la vedranno protagonista insieme alle compagne di squadra Elania Nardelli (Marina) e Petra ZublaPresidente carabine donneIl Presidente Obrist con la squadra femminile di carabina 10 metrising (Carabinieri).

Le tre azzurre hanno centrato la medaglia di bronzo nella prestazione a squadra regalando al team azzurro il primo podio senior. La squadra si è piazzata con 1242.8 pt. dietro alla Germania (1246.3) ed alla Repubblica Ceca (1244.1).

Nella pistola a 10 metri uomini oro per il tedesco Philipp Grimm (199.8) che si è aggiudicato per la prima volta nella sua carriera il titolo europeo. Al secondo posto il serbo Damir Mikec (194.9) seguito dal russo Anton Gourianov. Questi i risultati degli azzurri in gara: Giuseppe Giordano (Esercito) si è piazzato al 28esimo posto (571), a parità di punti con Mauro Badaracchi (Forestale) al 29esimo, mentre Luca Tesconi (Carabinieri) ha chiuso al 30esimo (570).

Nella pistola femminile titolo europeo per l'ucraina Olena Kostevych (202.9), già campionessa olimpica in questa specialità nel 2004. In seconda posizione la bulgara Antoaneta Boneva (202.3) alla sua prima medaglia europea nella categoria senior, terzo posto per l'ungherese Renata Tobai Sike. Le due azzurre in gara Giustina Chiaberto (Susa) e Susanna Ricci (Torino) sono rimaste fuori dalla finale e hanno chiuso entrambe con 373 pt.

DSC01252Campriani, Weithaler e Pappalardo argento a squadra nella C10 La sfida conclusiva, quella di carabina 10 metri uomini, ha avuto come protagonista Niccolò Campriani (Fiamme Gialle) che proprio all'ultimo colpo ha visto sfumare la possibilità di conquistare il titolo europeo. E' soddisfatto Niccolò: ha notato un grande miglioramento nelle sue prestazioni rispetto allo scorso anno e si è posto l'obiettivo di lavorare ancora più intensamente proprio per affrontare al meglio le prossime competizioni internazionali.

Una finale difficilissima che ha visto trionfare il bulgaro Anton Rizov (205.6), per la prima volta oro europeo in questa specialità, Campriani al secondo posto (205.0) ed il bielorusso Illia Charheika al terzo.

Inoltre, la squadra composta da Niccolò Campriani (Fiamme Gialle), SimonGruppo carabina uominiIl Presidente Obrist con lo staff tecnico e la squadra di carabina uomini Weithaler (Esercito) ed Enrico Pappalardo (Marina) ha conquistato la medaglia d'argento nella carabina 10 metri uomini (1869.9) piazzandosi dietro alla Russia (1873.4) e davanti alla Bielorussia (1867.7).

Gli azzurri tornano a casa con un ricco bottino: 2 argenti individuali (Niccolò Campriani e Sabrina Sena) nella carabina senior maschile e femminile, un argento ed un bronzo a squadra (Campriani, Weithaler, Pappalardo e Sena, Nardelli, Zublasing) nella carabina senior maschile e femminile, ed un argento a squadra (Maurina, Capano, Barcucci) nella carabina 10 metri junior maschile.  Soddisfatto il Presidente UITS Obrist ing. Ernfried presente alla manifestazione che ha seguito ed incoraggiato tutti gli atleti, complimentandosi con tutto lo staff tecnico per i risultati raggiunti.

Podio carabine juniorIl podio della squadra di carabina juniores uomini

 

Numeri precedenti

2014-1 Rivista Gennaio-Febbraio 2014-12014-2 Rivista Marzo-Aprile 2014-12014-3 Rivista Maggio-Giugno 2014-12013-1 Rivista Gennaio-Febbraio 2013-12013-2 Rivista Marzo-Aprile 2013-12013-3 Rivista Maggio-Giugno 2013-12013-4 Rivista Luglio-Agosto 2013-12013-5 Rivista Settembre-Ottobre 2013-12013-6 Rivista Novembre-Dicembre 2013-1

.