Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Giordano stacca il biglietto per Rio, quarta carta olimpica per l'Italia

Di Federica Scotti

(Foto ISSF)

Giordano stacca il biglietto per Rio, quarta carta olimpica per l'Italia

Decisiva per l’Italia la terza tappa di Coppa del Mondo che si è svolta a Monaco dal al 26 maggio al 1° giugno 2015: in questa occasione infatti, tutti gli occhi sono stati puntati sull’atleta dell’Esercito Giuseppe Giordano che ha conquistato la quarta carta olimpica per i Giochi di Rio 2016. Il pass è arrivato nella seconda giornata di gare, grazie ad un 5° posto nella specialità di pistola libera. "La carta è una conseguenza. Ed arriva se in gara riesci a ripetere quello che sai fare in allenamento" - aveva dichiarato il tiratore napoletano all'inizio della stagione, in seguito alle vittorie ottenute durante la competizione internazionale di Dortmund. "Quello che devo fare è semplicemente il mio lavoro, cercando di mantenere la concentrazione durante la gara, di risolvere gli eventuali problemi man mano che si presentano". Giordano lo aveva promesso a se stesso e a Monaco, in una finale non priva di difficoltà, è riuscito a centrare questo importante obiettivo. 

Giuseppe vanta nel suo palmarès già una partecipazione ai Giochi Olimpici di Londra, dove proprio nella pistola libera aveva disputato la finale piazzandosi al quinto posto, due bronzi in Coppa del Mondo ed un oro ai Campionati Europei di Osijeck. 

Le prime competizioni hanno avuto come protagonisti gli atleti di carabina ad aria compressa. In cima al podio è salito il campione olimpico Qinan Zhu (206.0), da sempre un vero fuoriclasse in questa specialità. Al secondo posto il russo Vladimir Masleninkov (205.7), campione europeo che si è distinto anche lo scorso anno ai Campionati Mondiali di Granada conquistando l'oro nella categoria juniores. Medaglia di bronzo per l'ucraino Oleh Tsarkov, che proprio nell'aria compressa vinse l'oro agli europei 2014.

Tra le tiratrici di carabina 10 metri si è distinta Elania Nardelli (Marina) che è rimasta fuori dalla finale per pochissimi decimi di punto (416.9). L'atleta pugliese, che ha già al suo attivo una partecipazione ai Giochi Olimpici di Londra, ha chiuso al 12esimo posto. La gara è stata vinta dalla cinese Syling Yi (209.8), attuale campionessa olimpica in questa specialità. In seconda posizione la croata Valentina Gustin (207.3), terzo posto per Dongqi Chen.

De NicoloMarco De Nicolo durante la finale di carabina libera a terraNella carabina libera a terra il tiratore azzurro Marco De Nicolo (Fiamme Gialle) ha disputato un'ottima gara di qualificazione piazzandosi al quinto posto. La finale è stata caratterizzata da punteggi molto alti e l'impegno non è stato sufficiente per fargli raggiungere la zona alta del podio. De Nicolo ha già conquistato il pass per Rio 2016 ai Campionati Mondiali di Granada. La gara è stata vinta dall'americano Michael McPhail (209.1), seguito dal francese Cyril Graff (208.9) e dal bielorusso Vitali Bubnovich. 

Nella specialità di pistola automatica ha trionfato il tedesco Christian Reitz (32) che ha relegato in seconda posizione l'americano Keith Sanderson (26). Al terzo posto il russo Alexei Klimov.

Nella pistola 10 metri uomini miglior piazzamento tra gli italiani quello di Giuseppe Giordano (Esercito), fuori dalla finale per un punto, che ha chiuso al decimo posto (578). A trionfare è stato il portoghese Joao Costa (201.4), reduce dalla vittoria nella pistola libera due giorni fa. In seconda posizione il giapponese Tomoyuki Matsuda (200.4), terzo posto per il cinese Yang Sun.

La competizione di carabina sportiva 3 posizioni donne è stata vinta dalla tedesca Barbara Engleder (461.5). Al secondo posto si è piazzata la coreana See Young Yoo (455.0) seguita dalla cinese Syling Yi.CamprianiUITSNiccolò Campriani

Nella specialità di carabina libera 3 posizioni uomini il campione olimpico Niccolò Campriani (Fiamme Gialle) ha superato brillantemente la fase di qualificazione chiudendo al terzo posto (1178). In finale ha incontrato qualche difficoltà nella serie in piedi ed è stato eliminato, piazzandosi al settimo posto. Sul podio tre giovanissimi: la medaglia d'oro è andata al tedesco Andre Link (458.7), che a soli 21 anni può già vantare il titolo mondiale conquistato a Granada nella categoria juniores proprio in questa specialità. Al secondo posto il cinese Haoran Yang (457.0) che ha avuto il merito di stabilire il nuovo record modiale di finale junior. Terzo posto per il russo Lazar Louginets.

Infine la gara di pistola 10 metri donne, che ha ufficialmente chiuso la manifestazione, è stata vinta dalla bulgara Antoaneta Boneva (200.6) che si è lasciata alle spalle la serba Bobana Velickovic (198.2) e la russa Liubov Yaskevich.

Questi i piazzamenti delle azzurre in gara: Giustina Chiaberto (Susa) si è fermata al 49esimo posto (377) mentre Susanna Ricci (Torino) è al 59esimo (375).

Numeri precedenti

2014-1 Rivista Gennaio-Febbraio 2014-12014-2 Rivista Marzo-Aprile 2014-12014-3 Rivista Maggio-Giugno 2014-12013-1 Rivista Gennaio-Febbraio 2013-12013-2 Rivista Marzo-Aprile 2013-12013-3 Rivista Maggio-Giugno 2013-12013-4 Rivista Luglio-Agosto 2013-12013-5 Rivista Settembre-Ottobre 2013-12013-6 Rivista Novembre-Dicembre 2013-1

.