Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

A Bologna i Campionati Seniores, uomini, donne e master 2015

Di Federica Scotti

A Bologna i Campionati Seniores, uomini, donne e master 2015

Anche quest'anno Bologna ha ospitato la finale nazionale dei Campionati Italiani Seniores, uomini, donne e master. I primi a scendere sulle linee di tiro sono stati gli atleti di De Nicolo C10De Nicolo durante la garacarabina libera a terra. La finale si è svolta secondo il nuovo regolamento della ISSF e la formula ha immediatamente coinvolto il pubblico presente, che ha potuto applaudire e tifare gli atleti durante gli ultimi colpi, apprezzando anche il meccanismo di eliminazione diretta. Il primo titolo italiano è stato vinto da Marco De Nicolo (Fiamme Gialle), reduce dalla medaglia d'argento conquistata ai Giochi Europei di Baku nella stessa specialità, che in finale (207.3)  ha avuto la meglio su Paolo Montaguti (Forli) relegandolo al secondo posto (206.0). In terza posizione si è piazzato il veterano Roberto Facheris (Monza). "A differenza di altri atleti che oggi per la prima volta si sono confrontati con il nuovo regolamento, io avevo avuto già esperienza in questo senso gareggiando nelle competizioni internazionali" - ha spiegato De Nicolo al termine della gara. "Mi ha piacevolmente colpito sentire l'entusiasmo del pubblico, evidentemente questa nuova formula piace". De Nicolo ha avuto il grande merito di realizzare una "doppietta" il giorno seguente aggiudicandosi l'oro anche nei 10 metri (205.6): "sono molto contento di essere riuscito a vincere il titolo anche in questa specialità: ultimamente sto lavorando molto sulle discipline a fuoco, mi fa piacere essere ancora tra i migliori in Italia anche nell'aria compressa" - ha detto De Nicolo che ha voluto esprimersi anche nei confronti dei suoi avversari e compagni di squadra nella nazionale italiana."Oggi in gara c'erano atleti come Enrico Pappalardo, che si sta impegnando moltissimo in questa specialità, tiratori giovani come Bacci e Weithaler che agonisticamente stanno crescendo molto bene e certamente in futuro avranno modo di mettersi in luce sia in  campo nazionale che internazionale. Sono atleti che meritano molto: stanno coltivando il sogno olimpico e gli auguro un giorno di poter fare questa straordinaria esperienza".  Al secondo posto si è piazzato Lorenzo Bacci (Fiamme Oro), che ha vinto il suo primo argento in un Campionato seniores (205.3). Medaglia di bronzo per Simon Weithaler (Esercito).

Una finale ricca di emozioni quella di carabina sportiva 3 posizioni donne che ha visto protagonista Petra Zublasing (Carabinieri) che, reduce da un periodo agonistico ricco di soddisfazioni, ha centrato la medaglia d'oro (455.9). In seconda posizione Jennifer Messaggiero (Marina) 541.6, terzo posto per Sabrina Sena che ha dovuto lottare per aggiudicarsi il bronzo disputando il primo shoot off contro Caterina Toscani (Fidenza), che si è piazzata al 5° posto, ed il secondo, quello per il podio, contro Antonella Notarangelo (Marina), quarta classificata. "Sono molto contenta di come ho gestito la gara, la considero una prova generale prima dei Campionati Europei che ormai sono imminenti" - ha commentato Petra al termine della gara -"Ho avuto delle difficoltà in una delle tre posizioni, cercherò di lavorare in questi giorni per cercare di non avere gli stessi problemi nelle prossime gare".  

Premiazione atleti BakuMarco De Nicolo, Petra Zublasing e Niccolò Campriani durante la premiazioneIn concomitanza con l'evento si è svolta anche la cerimonia di premiazione degli atleti medagliati ai Giochi Europei di Baku. Tre i protagonisti di questa edizione: Petra Zublasing, oro nella carabina sportiva 3 posizioni donne e record del mondo e oro nella carabina mista a 10 metri; Niccolò Campriani (Fiamme Gialle), argento nella carabina 10 metri uomini e oro nella carabina mista a 10 metri, e Marco De Nicolo, argento nella carabina libera a terra.

In rappresentanza dei Gruppi sportivi Militari sono stati premiati dal Presidente dell'Unione Italiana Tiro a Segno, Obrist ing. Ernfried, il comandante del Centro Sportivo Carabinieri, Colonnello Alberto Minati, ed il Vice comandante del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, Capitano Giovanni Conti, in rappresentanza del Colonnello Vincenzo Parrinello. 

Ha riconfermato il titolo conquistato lo scorso anno nell'aria compressa Luca Tesconi (Carabinieri), che in finale è riuscito ad avere la meglio sui suoi avversari mantenendo sempre alta la concentrazione (198.6). "In questi mesi sono stato molto impegnato con le gare di Coppa del Mondo all'estero, sono molto contento del risultato di oggi" - ha commentato Luca al termine della finale. "Mi è servito anche come allenamento in vista dei prossimi impegni internazionali. In più di un occasione sono stato molto vicino a prendere la carta olimpica, ci saranno ancora un paio di opportunità. Sto lavoramento intensamente per raggiungere questo obiettivo e cercherò di affrontare le prossime gare con tranquillità, cercando di fare del mio meglio". Francesco Bruno (Fiamme Gialle) si è piazzato al secondo posto (198.0), Andrea Amore (Fiamme Oro) al terzo.

Prima medaglia da atleta seniores per Ilenia Marconi (Tivoli) che ha centrato l'oro nella pistola ad aria compressa (197.0): una bellissima soddisfazione per questa giovane tiratrice che lo scorso anno aveva chiuso la sua carriera da junior conquistando l'oro nella pistola sportiva femminile. Ilenia, atleta della nazionale azzurra, nella stagione agonistica 2015 ha avuto modo di confrontarsi con atlete di altissimo livello in diverse competizioni internazionali. Al secondo posto si è piazzata Giustina Chiaberto (Susa), confermandosi ancora tra le migliori atlete nazionali in questa specialità (195.2). Medaglia di Bronzo per Luisa Berti (Prato).

La pistola automatica è stata lo scenario di una finale particolarmente difficile ed entusiasmante: a trionfare Andrea Spilotro (Esercito) che ha battuto il suo compagno di squadra Riccardo Mazzetti (Esercito) per 26 a 24, conquistando così il suo secondo titolo italiano in questa specialità:"nella gara di qualificazione i punteggi di tutti i partecipanti non sono stati molto alti, ma la finale è stata davvero difficile, ervamo molto vicini" - ha commentato Andrea al termine della gara:"questo è il terzo anno in cui ai Campionati Italiani viene applicato il nuovo regolamento ISSF nella nostra specialità. E' un ottimo banco di prova soprattutto per me e Riccardo perchè ci consente di ricreare le stesse condizioni delle gare internazionali e mi sembra che anche il pubblico apprezzi questa nuova formula". Al terzo posto si è piazzato Mirco Pichetti (Ravenna).

La vittoria di Francesco Bruno (Fiamme Gialle) nella specialità di pistola libera ha ufficialmente chiuso l'edizione 2015 dell'evento. Determinato ed agguerrito, Francesco ha condotto la gara sempre in testa: 3 partecipazioni ai Giochi Olimpici, 20 anni di carriera nel tiro a segno, gli hanno consentito di accumulare una grandissima esperienza e di saper sfruttare al meglio le proprie capacità in gara (189.2). Dino Briganti (Fiamme Gialle) si è piazzato in seconda posizione (185.5) mentre Massimo Ciccioli (Carabinieri) ha chiuso al terzo posto.

Numeri precedenti

2014-1 Rivista Gennaio-Febbraio 2014-12014-2 Rivista Marzo-Aprile 2014-12014-3 Rivista Maggio-Giugno 2014-12013-1 Rivista Gennaio-Febbraio 2013-12013-2 Rivista Marzo-Aprile 2013-12013-3 Rivista Maggio-Giugno 2013-12013-4 Rivista Luglio-Agosto 2013-12013-5 Rivista Settembre-Ottobre 2013-12013-6 Rivista Novembre-Dicembre 2013-1

.